Cavalcata di San Giuseppe - Wandelle
786
post-template-default,single,single-post,postid-786,single-format-standard,cookies-not-set,qode-listing-1.0.1,qode-news-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,footer_responsive_adv,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-13.0,qode-theme-bridge,qode_advanced_footer_responsive_768,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.4,vc_responsive

Cavalcata di San Giuseppe

Capita anche a voi di trovarvi in un posto e sentirvi a casa, anche se non è proprio casa vostra? Una città, un piccolo paese, una regione, una nazione, in cui riuscite a frenare un po’, a staccare la mente, dove non vi importa sapere che ora o che giorno siano, dove riuscite semplicemente a lasciarvi andare ed essere voi stessi? A me si, il mio posto si chiama Sicilia. Regione dai mille colori, profumi, paesaggi e per me anche ricordi e affetti. Sarà che sono un po’ di parte dato che le mie radici affondano proprio in questa splendida terra e come viene citato nel celebre film la grande bellezza ‘’le radici sono importanti’’. E le mie radici si trovano proprio nella città che io reputo più affascinante, accogliente, romantica, caratteristica, artistica: Scicli, in provincia di Ragusa.

Io AMO questa città, non solo per l’affetto che mi lega ormai da anni ad essa, ma proprio per tutto quello che ha da offrire. Sicuramente molti di voi la conosceranno grazie alla serie tv ‘’Il commissario Montalbano’’  o al film ‘’Italo’. Alcuni, amanti dell’arte, la conoscono  per il suo barocco o magari ‘’semplicemente’’ perché il suo centro storico è Patrimonio dell’Umanità dal 2002. Inoltre è nota per il cibo, per l’accoglienza, per le varie forme di turismo e attività che la città offre, per il clima, per la storia, per la bellezza architettonica, per il mare a poca distanza. Ma va anche sottolineato che da qualche anno la città è diventata più famosa per le caratteristiche feste folkloristiche, molto apprezzate da parte dei suoi abitanti. Le feste più famose sono: luomo vivo ‘’U gioia’’ ( per la festa di Pasqua), Le milizie ‘’i mulici’’ (ultimo sabato del mese di maggio) e quella che ho avuto la fortuna di vivere proprio qualche giorno fa: La Cavalcata di San Giuseppe.

La Cavalcata di San Giuseppe è unica nel suo genere e solo Scicli può vantare una festa così, tanto che ad essa partecipano dai più giovani ai più anziani abitanti della città, turisti provenienti da tutta Italia e non solo. Ho avuto l’onore di poter vedere il dietro le quinte del grandissimo lavoro che i bardatori fanno per creare i manti dei cavalli. Capolavori, vere e proprie opere d’arte. Poiché la gara è molto sentita i partecipanti mettono tutto il loro impegno, iniziano a lavorare al progetto addirittura un anno prima e tre giorni prima della gara, per poter finire il lavoro in tempo, si dedicano ad esso 24 ore su 24.

Per mia grande fortuna la sera prima della gara ho potuto assistere al dietro le quinte del gruppo che poi è risultato il vincitore e qui vi mostro un breve video, così  anche voi potrete farvi un’idea.

 

Uno dei collaboratori del gruppo Balatelle mi ha spiegato che il manto che viene poi poggiato sul cavallo che sfilerà, è composto da una lastra metallica molto leggera e uno strato spugnoso. Su di esso poi viene disegnata l’immagine da raffigurare e il tutto viene decorato incollando con colla a caldo fiori della Violacciocca ‘’balicu’’. Il fiore ha solo quei tipi di colore e i partecipanti non possono colorarlo poiché i giudici sanno perfettamente i veri colori del fiore. Quest’anno vengono raffigurate scene tratte dalla ‘’fuga d’Egitto’’.

La cavalcata e la proclamazione del vincitore alla fine è stato davvero molto emozionante. Non avevo mai visto questa festa, ne avevo sentito parlare tanto e la mia curiosa aspettativa è stata ripagata davvero nel miglior dei modi. Il giorno dopo la cavalcata vera e propria avviene la processione con il simulacro di San Giuseppe, banda e cavalli al seguito. Un modo alternativo per visitare la città e le sue bellezze. Vi consiglio davvero di poterla vedere un giorno, magari l’anno prossimo.

Marzo è un mese impegnativo, un po’ strano, quindi perché non staccare la spina per qualche giorno e vivere questa bellissima e caratteristica festa?

Qualche consiglio su cosa fare nei giorni precedenti o seguenti la festa…

Visitate Modica

Fate una bella passeggiata per il suo centro storico magari accompagnando il tutto con una buonissima cioccolata calda modicana (la particolarità è che viene preparata con acqua e non con latte) e facendo scorta come me di tavolette di cioccolata. ( tanto non fa ingrassare)

 

 

Una passeggiata sul lungomare di Donnalucata ( famosa location del commissario Montalbano )

Consiglio una buonissima granita con brioche al Bar riviera e una coppa di gelato nella famosa gelateria Blue moon, avrete davvero l’imbarazzo della scelta.

 

 

Dove soggiornare

  • Se come me siete amanti delle spa nei giorni di vacanza, consiglio il Borgo don Chisciotte a Modica
  • Se preferite vivere un esperienza autentica in un palazzo del 1100, ristrutturato con pietra a vista, consiglio il Baglio dei Mori a Donnalucata
  • Per Scicli, invece, consiglio Albergo diffuso e Ospitalità diffusa, un modo per vivere l’autenticità di questa meravigliosa città

 

 

 

 

 

 

… ovviamente i consigli da dare sono molti, quindi se avete qualche richiesta  scrivetemi pure e sarò lieta di aiutarvi!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

17 Comments
  • Simona
    Posted at 11:04h, 27 marzo Rispondi

    Quella sensazione di sentirsi a casa anche si non si è a casa la conosco benissimo! Di tutto il tuo racconto Scicli è la parte che mi ha colpita di più. Purtroppo io non ho ancora visitato proprio la zona ma i tuoi suggerimenti ( e soprattutto i consigli utili sul dove dormire) mi saranno di aiuto sicuramente, perché prima o poi ci andrò!

  • Francesca
    Posted at 14:28h, 27 marzo Rispondi

    Scicli è una bomboniera, io l’ho trovata adorabile! Non sapevo di questa tradizion, moltro interessante

  • ViaggiPossibili
    Posted at 15:17h, 27 marzo Rispondi

    Non conoscevo nè la città nè questa particolarissima tradizione, che sembra davvero bella e poetica. Grazie! <3

  • Dani
    Posted at 06:52h, 28 marzo Rispondi

    Una zona che non conosco, a quanto pare ricca di tradizioni popolari davvero interessanti. Merita senz’altro una visita.

  • Cassandra - Viaggiando A Testa Alta
    Posted at 16:15h, 13 aprile Rispondi

    Che bello questo evento! E’ veramente molto interessante!

  • anna
    Posted at 12:28h, 14 aprile Rispondi

    non avevo mai sentito della Cavalcata di San Giuseppe, interessante e particolare. Io adoro la Sicilia, in particolare mi sono innamorata della zona ovest, Erice e la Riserva dello Zingaro. Cmq è tutta affascinante.

  • Alessia - UnaValigiaDiEmozioni
    Posted at 15:18h, 14 aprile Rispondi

    Stupenda la Sicilia, anche io la adoro e vorrei andarci molto più spesso. Il folklore poi… É il top!

  • Federica
    Posted at 17:44h, 14 aprile Rispondi

    Nono conoscevo per nulla questo evento!
    Sarebbe fantastico poterlo vivere da vivo e vedere queste vere opere d’arte 🙂

  • Chiara
    Posted at 19:01h, 14 aprile Rispondi

    Bellissima questa manifestazione, mi piacerebbe proprio vederla! In Sicilia non sono mai stata e me ne vergogno un po’…:-)

  • Stamping the World
    Posted at 11:14h, 15 aprile Rispondi

    mi piacciono molto le tradizioni popolari e questa mi sembra davvero incredibile! Pensa, da piccola andavo spesso in Sicilia ma qui non sono mai stata!

  • Elisa
    Posted at 20:25h, 15 aprile Rispondi

    Le mie origini siciliane mi fanno sentire a casa ogni volta che ci vado. Ho visitato sia la costa est che quella ovest, entrambe bellissime. La zona che consigli e descrivi benissimo mi manca e non mancherò in futuro di visitarla. Ovviamente usufruendo dei tuoi preziosi consigli. Brava!!!

  • Bruna Athena
    Posted at 22:34h, 15 aprile Rispondi

    Purtroppo a Scicli non siamo stati, perché il tempo non bastava. A stento abbiamo visitato Ragusa, sotto un gran acquazzone estivo. Ad ogni modo, non conoscevo la Cavalcata!

  • Anna
    Posted at 23:06h, 15 aprile Rispondi

    Se riesco a staccare la spina allora non è casa 😉 Questo evento è davvero affascinante, pensare che non sono ancora mai stata in Sicilia, ma è ovviamente sulla lista!

  • Sara Chandana
    Posted at 01:19h, 16 aprile Rispondi

    La Cavalcata di San Giuseppe mi ha fatto pensare all’Oriente, alle fiere di cammelli nelle loro bardature in Rajasthan, India.

  • Stefania - Prossima Fermata Giappone
    Posted at 06:28h, 16 aprile Rispondi

    Capisco perfettamente il sentimento che descrivi perché provo la stessa cosa nei confronti di Tokyo <3
    Io purtroppo non sono mai stata in Sicilia,ma sento che è davvero una cosa a cui prima o poi dovrò porre rimedio!

  • Valentina
    Posted at 11:34h, 16 aprile Rispondi

    Non conoscevo la città e nemmeno questa sua tradizione, davvero molto affascinante e particolare! Mi piacerebbe viverla di persona 🙂

  • Raffaella
    Posted at 17:24h, 16 aprile Rispondi

    Questa parte della Sicilia mi manca, ma il tuo racconto su queste tradizioni mi ha portato indietro a tempi lontani. Trovo bellissimo tenere vive le tradizioni di un luogo!

Post A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: